Legacoop Emilia Ovest
Cooperativa Lattemilia, un convegno per festeggiare 10 anni attività
10 novembre 2017
Momenti del convegno
Momenti del convegno
Momenti del convegno
Oggi, 10 novembre, la cooperativa LattEmilia e l'azienda Montanari & Gruzza hanno organizzato alla Cantina Albinea Canali, in via Tassoni 213 a Reggio Emilia, un importante convegno sul tema "Piani produttivi del formaggio Parmigiano Reggiano, produrre più latte nel rispetto dei piani si può”. Nel corso dell'iniziativa si è anche illustrato lo stato di avanzamento del progetto di ricerca “La Bovina da latte nella zona del Parmigiano Reggiano: innovazione e tradizione per un allevamento sostenibile con prodotti di qualità" ed è stato presentato il del piano d’innovazione finanziato dalla misura 16.1.01 del Psr dell’Emilia Romagna. L'iniziativa è organizzato in collaborazione con Legacoop Emilia Ovest, Unimore, Università di Parma, Università di Bologna, Foqus, Crpa e Crea.
«LattEmilia - spiega il suo presidente Luigi Tamburini - con questa iniziativa vuole festeggiare il decimo anniversario dell’attività. In questi anni la cooperativa è cresciuta nel numero delle aziende associate: oggi parliamo di 18 caseifici nelle province di Reggio e di Parma dal Po al Crinale dell’Appennino Emiliano. L'attività della cooperativa si concentra sui prodotti del settore lattiero caseario, con la valorizzazione del siero di latte per usi alimentari, con il progetto del Burro Nobile e la valorizzazione delle panne e del burro. Dallo scorso anno LattEmilia ha avviato l’attività di stagionatura e vendita del Parmigiano Reggiano che grazie ad un accordo commerciale con Granarolo viene esportato in tanti paesi non solo europei. Nel 2018 la cooperativa - prosegue Tamburini - prevede un buon risultato in favore delle aziende socie e il fatturato si attesterà intorno ai 20 milioni di euro».
La giornata si è aperta con inaugurazione di una mostra di acquerelli disegnati da Ilde Rosati che riprendono le erbe in fioritura del prato stabile reggiano e che sono riprodotte in un libro sponsorizzato da LattEmilia e Montanari e Gruzza. Dopo il saluto di apertura di Luigi Tamburini su "Piani produttivi del formaggio Parmigiano Reggiano, produrre più latte nel rispetto dei piani si può” relazionerà Luisa Volpicelli, e coordinatrice del progetto di ricerca dei Goi (Gruppi operativi per l'innovazione).
«Verrà presentato - spiega Luigi Tamburini - lo stato di avanzamento del progetto di ricerca sul benessere degli animali, del loro latte e dei formaggi freschi prodotti. Il progetto, presentato dalla coordinatrice Luisa Volpelli di Unimore, vede coinvolte oltre alla capofila LattEmilia, alcune stalle cooperative e private, caseifici, aziende della trasformazione, Montanari & Gruzza, Pascoli Alti, le Università di Bologna, Parma e Modena e Reggio Emilia, due centri di ricerca (Crpa e Crea di Lodi) e lo studio Foqus. Il progetto ha avuto la possibilità di accedere ai contributi previsti dal Piano Sviluppo Rurale della Regione Emilia Romagna misura 16»
Sono intervenuti poi la senatrice Leana Pignedoli, vicepresidente della Commissione Permanente per l’Agricoltura e Produzione Agroalimentare e componente della Commissione Parlamentare per le questioni regionali. Il convegno è stato concluso dagli interventi dell'assessore regionale all'Agricoltura Simona Caselli e dal presidente nazionale di Legacoop Agroalimentare Giovanni Luppi.
Nel corso del convegno è stato presentato a cura di Margherita Montanari, responsabile commerciale e marketing di Montanari&Gruzza, del libro "Cose buone dal prato stabile reggiano", con la partecipazione i uno degli autori, Giuliano Bagnoli. Il libro è stato curato da Giuliano Bagnoli, Ugo Pellini e da Ilde Rosati con la collaborazione di Marco Negri della R & B associati.